Un’Ora Solare gelata con Amelio Mazzella su TV2000
Il Presepe di Ghiaccio più grande d’Italia a Gaeta fino al 14 gennaio 2024
Inaugurato, a Gaeta, il Presepio Marinaro animato dell’Associazione Culturale “Gaeta e il Mare”
Inaugurata l'8ª edizione del Villaggio Incantato di Babbo Natale a Gaeta
Balletto natalizio ispirato a
Carlo Bernari, una cerimonia per celebrare la sua figura di artista e di uomo
Il Sindaco Leccese accoglie in comune una scolaresca di Frontignan, comune gemellato con Gaeta
Il nuovo Palasport di Via Venezia diventa realtà!
Gaeta in salute. Sanità e territorio, una sinergia indispensabile. Breast Unit: una sanità al femminile
Porte aperte a Santa Lucia!
Al via la VIII edizione del Festivaldeigiovani® - Studenti da tutt'Italia per confrontarsi sul presente e sul futuro
A Gaeta arriva EasyPark: l’app per la sosta più diffusa in Italia
  • 1
  • 2
  • 3

Patto d’amicizia e di Gemellaggio tra i Comuni di Gaeta e di Cetinje

Condividi

Gaeta, 11 Maggio 2024 – I Sindaci delle città di Gaeta e di Cetinje (Montenegro), in rappresentanza delle rispettive comunità sono pronti a sottoscrivere il presente patto di amicizia e di gemellaggio il giorno 13 maggio presso l’aula consiliare del Palazzo Comunale.

La città di Gaeta e di Cetinje sono legate fra loro da vincoli storici: Elena del Montenegro, nata Jelena Petrović-Njegoš, dopo il matrimonio nota come Elena di Savoia, nacque nel 1873 a Cetinje (antica capitale del Regno del Montenegro), sesta figlia di re Nicola I del Montenegro e di Milena Vukotić, è stata la seconda regina d’Italia come consorte di Vittorio Emanuele III e madre di Umberto II; il Borgo di Gaeta, frazione di Gaeta fuori le mura, con Regio Decreto del 15 marzo 1897, diventò comune autonomo sotto la spinta dei suoi esponenti liberali. Prese il nome di Comune di Elena in onore dell’allora principessa Elena del Montenegro, futura regina d’Italia. Trenta anni dopo, con Regio Decreto del 17 febbraio 1927, i Comuni di Gaeta e di Elena vennero uniti nuovamente sotto il nome Gaeta;

Il Montenegro è stato l’alleato dell’Italia durante la prima guerra mondiale e, nonostante i grandi sacrifici e le perdite umane subite nell’eroica resistenza ai nemici, alla fine della guerra il Montenegro ha perso l’indipendenza ed è stato annesso alla Serbia; l’annessione ha provocato una rivolta dei Montenegrini, scoppiata a Cetinje, e in questo drammatico periodo una parte dell’esercito montenegrino è stato stazionato a Gaeta per poi prepararsi a ritornare in patria e lottare per la libertà. La rivolta è stata però soffocata brutalmente e i soldati e gli esuli montenegrini rifugiati a Gaeta non furono in grado di intervenire e molti di loro sono morti e sepolti proprio nel cimitero della città;

I Sindaci dei Comuni di Gaeta e Cetinje si impegnano con la firma del patto di gemellaggio ad assumere iniziative ed a realizzare interventi volti alla valorizzazione degli interscambi nei settori del turismo, della cultura, della scuola, dello sport, dello sviluppo economico, della promozione del territorio e dei prodotti tipici locali, attuando una piena e costante collaborazione.

Il Sindaco Cristian Leccese afferma che ”l’Amministrazione si impegnerà, inoltre, a suscitare e mantenere relazioni permanenti non solo tra le due Amministrazioni, ma anche e soprattutto tra le rispettive popolazioni, al fine di assicurare una migliore comprensione reciproca ed una cooperazione efficace, sviluppando quel sentimento di fratellanza e di amicizia che è alla base della creazione dei futuri Stati Uniti d’Europa; saranno realizzate una serie di iniziative congiunte fra le due amministrazioni comunali, finalizzate a intensificare rapporti e scambi intercomunali, interculturali e sociali, congiungendo i propri sforzi per consolidare i rapporti di amicizia fra le due popolazioni”.

Visualizzazioni: 156