Un’Ora Solare gelata con Amelio Mazzella su TV2000
Il Presepe di Ghiaccio più grande d’Italia a Gaeta fino al 14 gennaio 2024
Inaugurato, a Gaeta, il Presepio Marinaro animato dell’Associazione Culturale “Gaeta e il Mare”
Inaugurata l'8ª edizione del Villaggio Incantato di Babbo Natale a Gaeta
Balletto natalizio ispirato a
Carlo Bernari, una cerimonia per celebrare la sua figura di artista e di uomo
Il Sindaco Leccese accoglie in comune una scolaresca di Frontignan, comune gemellato con Gaeta
Il nuovo Palasport di Via Venezia diventa realtà!
Gaeta in salute. Sanità e territorio, una sinergia indispensabile. Breast Unit: una sanità al femminile
Porte aperte a Santa Lucia!
Al via la VIII edizione del Festivaldeigiovani® - Studenti da tutt'Italia per confrontarsi sul presente e sul futuro
A Gaeta arriva EasyPark: l’app per la sosta più diffusa in Italia
  • 1
  • 2
  • 3

Inaugurato, a Gaeta, il Presepio Marinaro animato dell’Associazione Culturale “Gaeta e il Mare”

Condividi

Inaugurato, a Gaeta, il Presepio Marinaro animato dell’Associazione Culturale “Gaeta e il Mare”, con il patrocinio del Comune di Gaeta e la collaborazione dell’Istituto Nautico Caboto, l’Associazione Vogamare Gaeta. Un presepe che – come ha detto il presidente Luigi Passeggio – “parla di mare, di gente che lavora sui mari, dei pescatori, i maestri d’ascia”, nato 7 anni fa, quando il comandante della Capitaneria di Porto chiese alla nostra Associazione di realizzarne uno sulle banchine galleggianti davanti alla Guardia Costiera. E lì facemmo delle sagome alte un metro e 70 che, per qualche anno, produssero un bell’effetto in quello scorcio di Gaeta Vecchia.

Poi, siccome a noi non manca di certo la fantasia, pensammo di fare qualcosa di diverso, di più bello e allora abbiamo tagliato le sagome e comprato dei motorini tergicristallo a 12 volt che, applicati a queste sagome, permettevano loro dei movimenti.

Ma non ci siamo fermati – continua Passeggio – e nell’edizione 2022/2023,  abbiamo ricevuto la telefonata della Pro Loco che ci avvertiva di una cosa davvero inaspettata: il Ministero dei Beni e Attività Culturali, avendo avuto modo di vedere il nostro presepe, chiedevano di inserirlo nel contesto nazionale delle Manifestazioni Natalizie più belle.

Ovviamente abbiamo accettato e toccato il cielo con un dito solo alla notizia di essere stati inseriti in un evento nazionale! Il 20 Febbraio, poi, altra grande gioia: arriva la telefonata di invito a presentarsi a piazza Navona per ritirare il primo premio in Italia! Pensate: su 1368 eventi natalizi italiani, proprio il nostro presepe ha meritato il primo premio! Con noi è venuto a Roma anche il nostro sindaco Cristian Leccese, premiato anche lui come esponente delle attività culturali gaetane”. Lo stesso Primo Cittadino, nel ringraziare Luigi Passeggio e tutti i soci volontari dell’associazione Gaeta e il Mare, ha ricordato il loro pluridecennale impegno culturale e sociale fatto di “tantissimi progetti e tantissime iniziative”.

“Sono un vulcano di idee – ha aggiunto – persone che riescono a portarti sul tavolo non solo un’iniziativa, ma la sua realizzazione, dimostrando capacità organizzative oltre che progettuali.  Per me sono un vanto i complimenti che spesso ricevo come Sindaco per il Museo del Mare che da loro gestito e condotto 365 giorni l’anno. In particolare il Presepio Marinaro, diventato ormai punto di riferimento, tassello di un grande puzzle che l’associazione cura ogni anno, non è solo un presepio a tema marinaro, ma la cosa più caratteristica e più bella, realizzata con materiali di recupero. E anche questo è un messaggio bello e importante.

Confermo la vicinanza e il supporto dell’amministrazione comunale alle loro future iniziative e ringrazio il dirigente scolastico, prof.ssa Maria Rosa Valente, che, nel 2024, celebrerà con il nostro Istituto nautico 170 anni di vita! Il Nautico Caboto è stato istituito prima ancora che l’Italia fosse unita, che Gaeta fosse legata, come era giusto, all’intero contesto nazionale. Questo sta a dimostrare lo strettissimo legame tra i cittadini della nostra terra e il mare. Il Nautico ha formato e preparato alla vita tante generazioni. Ha insegnato la vita del mare a tantissimi nostri concittadini e continua a farlo ancora oggi, chiaramente con una veste, come dire, innovativa, tecnologica, completamente diversa.

Si può dire che il nome di Gaeta è legato in modo indissolubile al mare. Non è un caso che nel dossier di candidatura a capitale italiana della cultura abbiamo inserito la parola Blu con la forte e chiara identificazione al mare, a quello che sono profondità, essenza, cromaticità della nostra risorsa principale che è appunto il Mare. Il mio plauso va anche a Giuseppe Palmieri e all’associazione Vogamare Gaeta, altra realtà del nostro territorio, impegnata su una delle discipline più importanti, più caratteristiche del mare. A me piacciono tantissimo la voga, la vela Latina e vi sollecito a continuare in questo impegno”.

Nei loro rispettivi interventi anche la preside Valente e il rappresentante di Vogamare hanno sottolineato l’importanza storica e sociale dell’essere una città di mare.

Un ringraziamento anche agli sponsor a cominciare dal Bar La Villa.

Seguici su:

Copyright – © Testi e immagini contenuti su www.gaetanews24.it sono soggetti a copyright. Tutti i diritti riservati

Visualizzazioni: 762