Nasce a Gaeta, il progetto dell’APS Tamburo Rosso, per la creazione di una “casa
Gaeta dà il benvenuto alla
Youth Foiling World Cup, a Gaeta dal 24 febbraio al 12 marzo con la classe Persico 69F
Aree ludiche, al via il primo step di riqualificazione.
Il Comune di Gaeta e l’ANMIL firmano un protocollo d’intesa per consolidare sinergicamente attività per la sicurezza e salute sul lavoro
E' uscito il romanzo IN ATTESA DELLA RONDINE PERDUTA (deComporre Edizioni). Abbiamo incontrato la scrittrice DANKA JOVOVICH
Riscoprendo il Carnevale, attraverso l'arte dei Maestri Cartapestai.
Presentato il progetto finale di “Riqualificazione dell'Area Piazzale Ferrovia - Gaeta”.
Gaeta regala sempre grandissime emozioni!!❤️
Giornata della Memoria. Per non dimenticare …
Proclamazione del lutto cittadino per l’ex Sindaco Quirino Leccese
Musolino:
Finalmente diventerà realtà! Nella giornata di ieri buttato giù una parte del muro della Ex Panapesca dove sorgerà il nuovo centro commerciale.
SALUTI DEL SINDACO COSMO MITRANO NEL CORSO DEL 50° COMPLEANNO DELLA
  • 1
  • 2
  • 3

Lisa Tibaldi Terra Mia e “La Filiera Moda per l’Italia – Emergenza Covid 19” Iniziata la produzione delle Mascherine ad uso della Collettività

Condividi

Lisa Tibaldi Terra Mia ha aderito al progetto nazionale Filiera Moda per l’Italia- Emergenza Covid-19.

Il Progetto nasce dalla volontà di CNA Federmoda, supportata da altri partner quali Unindustria, Sportello Amianto, UNI, Bureau Veritas e SMI – Sistema Moda Italia di creare una rete di imprese per la produzione di materiale sanitario, dai dispositivi medici, al materiale ad uso della collettività.

Un’iniziativa a supporto delle aziende manifatturiere, con l’importante compito di organizzare e coordinare le piccole e medie realtà produttive italiane, in grado di soddisfare le richieste di produzione e messa a disposizione di mascherine, camici e altri dispositivi di protezione utili per l’emergenza COVID-19.

Anche Lisa Tibaldi Terra Mia, la start up del basso Lazio che crea bijoux, rivisitando in chiave “haute couture” la tradizione della lavorazione della “stramma” (fibra vegetale tipica del territorio), dando vita ad accessori moda donna ecosostenibili, destinati ad un mercato di eccellenza, ha aderito all’importante iniziativa di CNA Federmoda Latina e ha iniziato la produzione delle mascherine filtranti tipo chirurgico, di cui all’articolo 16 comma 2 del decreto “Cura Italia”.

Il Ciclo produttivo della mascherina tipo chirurgico, realizzata dalla start-up sudpontina, con materiali sanitizzabili, segue il Protocollo nazionale indicato dal Politecnico di Milano. Le mascherine, realizzate con materiali rigorosamente Made in Italy, vengono fornite imbustate singolarmente con etichettatura riportante l’intestazione aziendale, i riferimenti normativi, la tipologia, le istruzioni di smaltimento, il lotto e la data di riferimento di produzione

Le aziende moda al tempo del Coronavirus producono materiale sanitario, ovvero dal superfluo ed effimero per eccellenza all’essenziale per la collettività.

In un momento storico come questo, dove l’emergenza Covid-19 ha destabilizzato il nostro Paese in maniera violenta, ecco che la moda, simbolo dell’effimero per antonomasia, diventa produzione di strumenti di primaria necessità, con la capacità di cambiare, di adattarsi in tempi brevissimi, alle esigenze, alle urgenze vitali della nazione, mettendo a disposizione della comunità il proprio know how.

Come la stessa Lisa Tibaldi Grassi (founder della Lisa Tibaldi Terra Mia) afferma: “Se ognuno di noi farà la sua parte in questa guerra contro un nemico invisibile, riusciremo a vincere, consapevoli di essere stati protagonisti e testimoni di una pagina di storia che non ha precedenti. Con l’orgoglio di esserci riusciti, perché #IOSONOMADEINITALY”

Visualizzazioni: 409
a cura di: Ufficio Stampa – Stefania Vaghi