Un’Ora Solare gelata con Amelio Mazzella su TV2000
Il Presepe di Ghiaccio più grande d’Italia a Gaeta fino al 14 gennaio 2024
Inaugurato, a Gaeta, il Presepio Marinaro animato dell’Associazione Culturale “Gaeta e il Mare”
Inaugurata l'8ª edizione del Villaggio Incantato di Babbo Natale a Gaeta
Balletto natalizio ispirato a
Carlo Bernari, una cerimonia per celebrare la sua figura di artista e di uomo
Il Sindaco Leccese accoglie in comune una scolaresca di Frontignan, comune gemellato con Gaeta
Il nuovo Palasport di Via Venezia diventa realtà!
Gaeta in salute. Sanità e territorio, una sinergia indispensabile. Breast Unit: una sanità al femminile
Porte aperte a Santa Lucia!
Al via la VIII edizione del Festivaldeigiovani® - Studenti da tutt'Italia per confrontarsi sul presente e sul futuro
A Gaeta arriva EasyPark: l’app per la sosta più diffusa in Italia
  • 1
  • 2
  • 3

“La Passeggiata di Cicerone”: firmato il contratto per il progetto di rigenerazione del waterfront della città di Formia

Condividi

E’ stato firmato oggi il contratto per l’avveniristico progetto di rigenerazione del waterfront “La Passeggiata di Cicerone”, inserito nei contributi da parte del Ministero degli Interni nell’ambito dei fondi del PNRR, per un importo pari a 5 milioni e 500.000 euro. L’opera, affidata all’architetto Maurizio Mastroianni di Arpino, la città dell’oratore Cicerone gemellata tra l’altro con Formia, consiste in un sistema di percorsi pedonali connessi sia tra i vari siti archeologici e naturalistici presenti, sia con il centro urbano costituito dalla centralissima via Vitruvio.

Il percorso complessivo avrà quindi una lunghezza di due chilometri e mezzo e andrà a collegare via mare il centro città con il litorale di Vindicio, scorrendo lungo le Grotte di Sant’Erasmo ed il Muro di Nerva e riqualificando anche lo spazio dove oggi insistono i cantieri navali sottostanti la caserma dei Carabinieri. Fondamentale si è rivelata anche la recente acquisizione al patrimonio del Comune dei terreni donati dalla famiglia Ranucci, con il vincolo di inalienabilità, situati lungo via Unità d’Italia.

Il progetto, suddiviso in quattro tratti, prevede la realizzazione di spazi di aggregazione, in particolare in prossimità di Piazza Marina nella parte sottostante l’ex discoteca “Marina di Castellone”, formalmente acquisita al patrimonio comunale con la deliberazione consiliare numero 4 del 28 marzo 2022.

Il Sindaco Gianluca Taddeo mostra “grande soddisfazione per questa scommessa di cui si parla da anni e finora mai realizzata. Un obiettivo rivelatosi vincente e tra i più importanti di questo primo mandato elettorale”.

“Una infrastruttura strategica che legherà una straordinaria zona archeologica al nostro territorio – prosegue orgogliosamente il sindaco Gianluca Taddeo – Il mio personale ringraziamento va anche agli uffici che nel giugno 2021, tramite una delibera, seppero cogliere questa grande opportunità. Ora subito al lavoro per la progettazione definitiva che andrà sicuramente a stravolgere il volto della città, rendendolo accattivante attraverso un restyling moderno e innovativo”. “Un progetto – continua il sindaco – che incentra la sua attenzione sulla tutela e valorizzazione del vasto patrimonio culturale e paesaggistico, conferendo alla città un ruolo predominante di sviluppo turistico ed economico. Formia necessita di opere che la riconsegnino al giusto splendore, così da far emergere le sue ricchezze e potenzialità. Una mission realizzabile soltanto grazie all’impegno certosino e costante di tutti e di questo vado fiero”.

“Il progetto di rigenerazione del waterfront punta al miglioramento del decoro urbano e alla valorizzazione del tessuto sociale ed ambientale di questo tratto di territorio – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Eleonora Zangrillo – Nella mia visione, tale opera è parte di un più ampio percorso, che ambisce a restituire a Formia il suo mare, la sua costa. Finalmente, con questo progetto riusciamo a valorizzare ed evidenziare il profondo legame fra i tesori storico-artistici, le bellezze naturalistiche, la vocazione turistico-commerciale ed il rapporto della città con il mare, nell’ambito di un processo di sviluppo di più ampio respiro. Vedo, infatti, questo intervento come parte del collegamento complessivo tra il litorale di levante e quello di ponente, sul quale stiamo lavorando per reperire altre fonti di finanziamento. L’obiettivo finale è quindi la realizzazione di opere che possano collegare tutta la città al proprio mare, attraverso una passeggiata che, da una parte consentirà la creazione di nuovi e moderni spazi verdi e aree di aggregazione che ospitino attività ed attrazioni turistiche e culturali; dall’altra, questi interventi consentiranno la realizzazione di un grande percorso di conoscenza e valorizzazione della storia millenaria della nostra città”.

Visualizzazioni: 283