Gaeta sold out: boom di presenze per la 5ª edizione del World Ice Art Championship
Il
Corso Cavour: la sede elettorale di Mitrano per le Regionali 2023
“Come si cambia una città” Mitrano presenta il libro davanti il suo pubblico: sold out all’Ariston di Gaeta.
“Come si cambia una città”, l’esempio di Gaeta a Più Libri Più Liberi con l’ex sindaco Cosmo Mitrano
Grande successo dell'iniziativa
FRANCESCA DI FUSCO e la sua OPERA PRIMA DI POESIA
Gaeta ospiterà la IX edizione degli Stati generali della nuova comunicazione pubblica.
Safiria Leccese, l'encomio della città di Gaeta al termine della presentazione del suo ultimo libro
Gaeta e Rive D'Arcano (UD): siglato un gemellaggio culturale
Tutti a casa di Babbo Natale! Inaugurazione a Gaeta in via Annunziata.
Partita l'edizione 2022-23 di Favole di Luce. La soddisfazione di Cosmo Mitrano
  • 1
  • 2
  • 3

È Gaeta Medievale il “Borgo più bello del Lazio 2022”!

Condividi

Gaeta, 28 novembre 2022 – “Gaeta è la perla del Tirreno custodita in un’ostrica d’eccezione, il suo Golfo. La Montagna Spaccata, la Grotta del Turco e il Castello Angioino-Aragonese sono solo alcuni dei simboli più noti di uno dei I Borghi più Belli d’Italia dove sventola la Bandiera Blu. Viuzze, archi e botteghe, finestrelle, balconi e portoncini dipingono il profilo di Gaeta Medievale, il borgo antico dal sapore squisitamente italiano”. Con queste parole, “Visit Lazio”, il portale ufficiale di promozione turistica della Regione Lazio, ha incoronato Gaeta Medievale come “Borgo più bello del Lazio 2022”, al termine del contest che ha visto la partecipazione di 46 borghi certificati della nostra Regione: i 23 “Borghi più belli d’Italia”, le 20 “Bandiere Arancioni” del Touring Club Italiano e le 10 “Bandiere Blu”.

Nel dettaglio, si sono sfidati a colpi di like sulla pagina Facebook di “Visit Lazio”: Amatrice, Anzio, Arpino, Atina, Bassano in Teverina, Bassiano, Bolsena, Bomarzo, Boville Ernica, Calcata, Campodimele, Caprarola, Casperia, Castel di Tora, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Castelnuovo di Porto, Castro dei Volsci, Civita di Bagnoregio, Collalto Sabino, Collepardo, Foglia di Magliano Sabina, Fondi, Fossanova di Priverno, Greccio, Labro, Leonessa, Lido di Latina, Minturno, Nemi, Orvinio, Percile, Pico, Sabaudia, San Donato Val di Comino, San Felice Circeo, Sermoneta, Sperlonga, Subiaco, Sutri, Terracina, Torre Alfina di Acquapendente, Trevignano Romano, Tuscania, Vitorchiano, oltre naturalmente a Gaeta Medievale.

Un viaggio virtuale partito lo scorso 3 ottobre, una “sfida gentile”, com’è stata definita sul sito ufficiale della Regione Lazio, nata con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il territorio attraverso il web.

La città del Golfo ha superato la fase preliminare battendo Trevignano Romano e Torre Alfina di Acquapendente, per poi accedere in semifinale dove ha incontrato Castelnuovo di Porto e Sermoneta, fino ad arrivare alla finalissima, in cui ha gareggiato con Fossanova di Priverno (3899 voti) e Fondi (4261 voti), ipotecando la vittoria grazie a 5191 preferenze espresse. Un terzetto totalmente pontino, a testimonianza di quanto il basso Lazio sia uno scrigno dal valore inestimabile.

«Obiettivo raggiunto! La nostra meravigliosa Gaeta Medievale – queste le parole del Sindaco, Cristian Leccese – ha conquistato il titolo di “Borgo più bello del Lazio”! Il viaggio virtuale di “Visit Lazio” tra i 46 borghi certificati si è concluso, regalandoci non solo una vittoria che ci riempie di orgoglio, ma soprattutto un’ondata di affetto arrivata e che continua ad arrivare da tutti i nostri concittadini, dall’intera Regione e da tutta Italia. I 5191 voti espressi solo nella finalissima, alla quale hanno partecipato anche Fondi e Fossanova di Priverno, sono stati il riconoscimento di quanto siano straordinarie le bellezze della nostra Gaeta, con le sue spiagge, il suo mare, la sua natura, il suo paesaggio, la sua storia, il clima, l’arte, il mito, la leggenda e l’enogastronomia. Gaeta è emozione, per 365 giorni all’anno! Un risultato che ci stimola e ci sprona a lavorare sempre di più e sempre meglio per valorizzare l’incanto della nostra “Città dell’arte, del mito e del mare”, attraverso lo sviluppo e la crescita del turismo, core business basato sulla valorizzazione del patrimonio più importante che custodiamo: la cultura, l’ambiente e la natura. Desidero ringraziare ognuno di voi per il supporto e …ci vediamo a Gaeta!».

«Grazie – ha aggiunto il delegato alla promozione culturale e del territorio, Gennaro Romanelli – a tutti coloro che amano, rispettano e contribuiscono alla crescita culturale, economica e sociale della nostra città. Un lembo di terra intriso di storia millenaria, tradizioni secolari, dotato di un microclima unico, di eccellenze enogastronomiche e di bellezze artistiche e naturalistiche straordinarie. Un riconoscimento, quello ottenuto, che deve spronarci a fare sempre meglio e ognuno di noi può giocare un ruolo importante; questa esperienza del contest regionale dimostra che quando siamo uniti non siamo secondi a nessuno, con la stessa determinazione e sinergia tra noi tutti auspico un futuro propositivo per il bene della nostra amata Gaeta».

Anche l’Assessore al Turismo ed Enti Locali della Regione Lazio, Valentina Corrado, ha voluto complimentarsi con il Comune di Gaeta per il successo conseguito: «Il contest, pensato con l’idea di far scoprire in modo sano e divertente le nostre bellezze, ha rappresentato un viaggio virtuale tra i meravigliosi Borghi che abbiamo la fortuna di ospitare nella nostra regione. Accanto a un’infinità di mete turistiche conosciute in tutto il mondo, alcune località d’eccellenza – quali i nostri Borghi – risultano essere ancora lontane dalla notorietà nonostante siano caratterizzati da straordinari fattori attrattivi di rilevanza paesaggistica, archeologica e culturale. Su questo aspetto, le azioni programmatiche di promozione portate avanti dal mio Assessorato confermano quanto il Lazio sia una destinazione turistica capofila di un’Italia ancora inesplorata. In questo periodo storico, numerosi Borghi rischiano l’abbandono e, a fronte del sovraffollamento che puntualmente caratterizza le principali mete turistiche come le città d’arte, è necessario investire sulle potenzialità attrattive di destinazioni turistiche alternative, ma non per questo meno prestigiose. Desidero ringraziare e complimentarmi con il Comune di Gaeta, vincitore del contest, e con tutti i partecipanti, splendidi Borghi che arricchiscono il patrimonio del Lazio, un’eterna scoperta di meraviglie che abbracciano Roma».

Visualizzazioni: 141