Proclamazione del lutto cittadino per l’ex Sindaco Quirino Leccese
Musolino:
Finalmente diventerà realtà! Nella giornata di ieri buttato giù una parte del muro della Ex Panapesca dove sorgerà il nuovo centro commerciale.
SALUTI DEL SINDACO COSMO MITRANO NEL CORSO DEL 50° COMPLEANNO DELLA
Presentato ieri in Aula Consiliare il calendario fotografico
Sciuscio e luminarie artistiche della città di Gaeta
Dal 28 dicembre 2020 l’agenzia territoriale di Formia sarà operativa nel nuovo stabile dell'ex Tribunale di Gaeta.
La Scuola di Danza
Gli Auguri dell'Associazione Ernesto!
Gaeta, presentazione del vademecum Superbonus 110%
Più di 8milioni di € impegnati dal 2018 ad oggi dal Distretto Socio-Sanitario LT/5 per le attività e servizi a favore delle fasce deboli.
GAETA: GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA DEDICATA AI DIRITTI DEI BAMBINI
TANTI COLORI, TANTI DIRITTI!
  • 1
  • 2
  • 3

“Ti sveglio alle 6”: con Tato Illiano su Radio Spazio Blu

Condividi

Gaeta, 07 Gennaio 2021 Ricordavo un batterista bravo ma piuttosto timido, intervistato anni fa con tutti i componenti di una band, in occasione di una manifestazione cittadina del passato e, accesa la radio casualmente di buon mattino, lo ritrovo a condurre un programma simpatico d’intrattenimento.

La voce, la risata, i modi gentili sono inconfondibilmente i suoi, ma questa nuova veste m’incuriosisce e allora lo cerco tra gli amici di Facebook e gli invio qualche domanda, tanto per saperne di più. Casualità vuole che, proprio quel giorno, è il suo compleanno e allora tutto diventa più facile e subito si stabilisce fra noi la giusta atmosfera di simpatia, la stessa che anima le chiacchierate fra amici di vecchia data che si ritrovano…

D: Tato! Ma sei proprio tu?! Quel ragazzo piuttosto timido che intervistai tanti anni fa?

R: Sandra! Ma che piacere, si, sono io… davvero mi hai ascoltato in radio?! Ma che onore…

D: Intanto, buon compleanno! So che la musica è da sempre la tua passione… Ma mi dici a che età hai scoperto il suo fascino e la sua magia?

R: Avevo 5 anni quando ho iniziato ad ascoltare dischi, radio e tutto ciò che era musica e mi coinvolgeva. Addirittura, quando in tv trasmettevano dei telefilm particolari, le sigle mi catturavano, tenendomi incollato allo schermo! Poi, a 8 anni, ho scoperto il rumore… sì, quello che fuoriesce da pentole e bicchieri. Puntualmente li suonavo: a colazione, pranzo e cena, creando non poco disordine in casa! Forse è proprio da lì che ho iniziato a capire, divertendomi: quel rumore che creavo con le posate era proprio piacevole alle mie orecchie e decisi così di suonare la batteria, strumento che ancora oggi mi regala grandi soddisfazioni. Ovviamente, ho intrapreso gli studi grazie anche ai miei che, nel frattempo, si erano convinti che sarebbe stato il caso di approfondire questa mia passione. Con la batteria il fastidioso rumore sarebbe diventato… musica!

D: Suonare in una band e condurre un programma di intrattenimento radiofonico. Quali differenze?

R: Bellissima domanda. Spero di riuscire a rispondere trasmettendo le sensazioni che si provano in questi due contesti diversi tra loro sia dal punto di vista emozionale che tecnico. Seduto alla batteria ho la fortuna di collaborare con musicisti locali ma anche con artisti della musica italiana: Gilda Giuliani, Mariella Nava, Gatto Panceri e vi assicuro che suonare in un piccolo club oppure in una grande piazza l’adrenalina è la stessa! Alla batteria l’emozione traspare e arriva al pubblico anche attraverso l’atteggiamento che si ha durante il concerto, per non parlare del rapporto che si crea. Si conoscono tante persone, ci si confronta. Questo perché spesso, durante i concerti, nel pubblico ci sono musicisti che ascoltano e quindi nasce subito uno scambio di idee… Per quanto riguarda la radio, invece, è una passione nata negli anni 90, grazie a Odissea Radio, emittente che veniva gestita da una cooperativa sociale. È partito tutto per gioco: andavo lì per mettere qualche disco, così, per divertimento e la cosa era piacevole. All’improvviso mi sono accorto di questo microfono attraverso il quale raggiungere gli ascoltatori e mi sono chiesto: ma se provo a parlare? Sarà difficile? Come fanno gli altri? E così, una mattina, sempre da quella radio che mi ha fatto scoprire questa passione, iniziai il mio primo programma accorgendomi che, oltre alla batteria, anche la voce è uno strumento che ci permette di comunicare e, attraverso la radio, arrivare in casa delle persone. Oggi… non è cambiato nulla (ride) sono mattiniero, mi affascina la radio al mattino presto, vedere nascere un nuovo giorno, incontrare per strada chi a quell’ora è già pronto per andare a lavoro, condividere con gli ascoltatori la partenza di una nuova giornata e quindi…se volete… la mattina ci sentiamo su Spazio Blu FM, la radio della mia città, dalle 6:00! Dal nostro golfo di Gaeta vi arriverà il mio saluto!! Ascoltatemi e capirete la magia che si prova parlando alla radio!

D: Dammi più notizie su questo programma mattiniero…

R: Va in onda su Spazio Blu FM dal lunedì al sabato e si chiama “Ti sveglio alle 6:00”, un modo simpatico per iniziare la giornata con gli ascoltatori del mattino presto. È tutto strutturato nei minimi dettagli, dalle rubriche come l’almanacco, l’oroscopo, curiosità che arrivano dal mondo, alle notizie che riguardano il nostro territorio, informando i nostri ascoltatori con la voce di Milena Mannucci che ci aggiorna su tutto quello che accade nella nostra provincia, le previsioni del tempo, in più anche una pagina dedicata alla rassegna stampa locale con Danilo Liberace.

D: Hai dei musicisti preferiti? Quali brani possiamo sentire nel tuo programma?

R: Mi piace ascoltare tutti, penso ci sia sempre da imparare, anche da chi forse suona il tuo stesso strumento da meno tempo, in ogni artista ci sono cose da apprendere! Per quanto riguarda la scena musicale, in generale ho sempre cercato di essere me stesso ma è inevitabile poi avere dei riferimenti… Ebbene, io preferisco il batterista made in italy e, per citarne qualcuno, faccio i nomi di Agostino Marangolo, Tullio De Piscopo, Alfredo Golino, Lele Melotti, Maurizio Dei Lazzaretti che ancora oggi sono fonte di ispirazione per me, ovviamente senza grosse pretese … Questi sono solo alcuni dei grandi nomi che abbiamo nel bel Paese, ma vi assicuro che ci sono tantissimi giovani con un bagaglio tecnico spaventoso! Alcuni già con esperienze in tour di grandi artisti e, a proposito di questo, ci tengo a precisare che mai come in questo periodo c’è bisogno di coinvolgere musicisti italiani, ne abbiamo tanti e va dato loro il giusto spazio! Non sempre condivido scelte del tipo: chiamo un musicista americano perché fa più figo …è un mio pensiero, ovvio e comunque…buona musica a tutti !!

D: Cosa aggiungere?

R: La musica è il cuore della radio, ogni radio ha un clock diverso dall’altra: a Spazio Blu FM abbiamo musica per tutti i gusti, le nostre scalette sono curate in modo dettagliato dal nostro direttore artistico Max Guadalaxara, con la supervisione del nostro editore Mario Carlucci. Nel nostro appuntamento del mattino potrete ascoltare canzoni di oggi e non solo; all’interno della compilation blu diamo spazio anche ai classici del passato: insomma il giusto mix tra le canzoni di ieri e quelle attuali. Buon ascolto !!

Visualizzazioni: 132
a cura di: Sandra Cervone