Video / Alla scoperta di Gaeta con Osvaldo Bevilacqua
AMBIENTE: PRESENTATA LA CAMPAGNA MINAMBIENTE SULLO SMALTIMENTO CORRETTO DI MASCHERINE E GUANTI
Valorizzazione e riqualificazione dell'area protetta di Monte Orlando, siglato il protocollo d'intesa
Gaeta, consegnata al professor Alessandro Inserra la pergamena, che gli conferisce la cittadinanza onoraria di Gaeta.
LA MARINA MILITARE AMERICANA DONA UN MACCHINARIO ECOGRAFO AL CENTRO DI DIAGNOSTICA SPECIALISTICA
GAETA / SANTUARIO DELLA SS. ANNUNZIATA
INAUGURATO OSTELLO DEL GOLFO DI GAETA PER GIOVANI E FAMIGLIE
MOBILITÀ: COMPLETAMENTO LINEA FORMIA GAETA AIUTERÀ CRESCITA DEL TERRITORIO SUD PONTINO
LE 7 SPIAGGE DI GAETA
Gaeta Estate 2020, arriva l’ Ordinanza Balneare
Stagione balneare, ecco le novità: Arenauta e Fontania dotate per la prima volta del piano di salvamento.
Policlinico del Golfo, illustrato dal Direttore Generale dell'Asl di Latina Giorgio Casati lo studio di fattibilità dell'Ospedale.
Mitrano:
Presentato la terza ed ultima fase del progetto – Insieme alle generazioni future – Misura 3 “un libro sotto l’arcobaleno”.
Il Principe Carlo di Borbone sostiene la raccolta fondi per il centro diagnostico specialistico al
  • 1
  • 2
  • 3

PROGETTO “ESTATE AL NIDO DI GAETA – 2020”

Condividi

Gaeta, 26 Giugno 2020. Il Comune di Gaeta informa la cittadinanza dell’imminente avvio del Progetto “Estate al Nido di Gaeta – 2020”, realizzato presso la struttura del Nido di Gaeta in Via Amalfi, dal 6 al 31 Luglio, riservato alle bambine e ai bambini iscritti al Nido comunale nell’anno educativo 2019-2020. Tenuto conto delle misure di contenimento del contagio vigenti alla data odierna, le quali, intendono offrire opportunità organizzate di socialità e gioco per i bambini con l’obiettivo di contenere il rischio di contagio epidemiologico, ricercando il giusto bilanciamento tra il diritto alla socialità, al gioco ed all’educazione, avendo altresì consapevolezza che non è possibile garantire di azzerare completamente il rischio di contagio, ma che lo si può governare e ridurre al minimo se tutti sono richiamati alla responsabilità dell’osservanza delle misure di sicurezza e di tutela della salute contenute nei protocolli previsti dalla normativa, il Comune di Gaeta e la Cooperativa Astrolabio, soggetto attuatore del Progetto, chiedono alle famiglie di impegnarsi corresponsabilmente affinché il Progetto estivo posa svolgersi nel rispetto totale dei medesimi protocolli.

La proposta progettuale è stata elaborata a seguito di un’indagine preliminare, condotta presso l’utenza, circa il fabbisogno emergente dei bambini e delle famiglie nella circostanza del lockdown e nelle fasi immediatamente successive. Da tale indagine è risultata preponderante l’esigenza di recuperare la relazione educativa assicurata nel contesto del Nido per consentire ai bambini di riambientarvisi e riprendere, all’interno di una socialità protetta, i contatti con i pari a lungo negati. Il progetto intende contestualmente rispondere alla richiesta di sostegno alle famiglie impegnate nel lavoro nei mesi estivi, molte delle quali riprendono dopo una fase di inattività obbligata che non hanno possibilità di procrastinare oltre, e dunque sono in difficoltà a provvedere all’accudimento dei figli.

Nell’attuazione di attività ludico-ricreative, le linee guida della Regione Lazio tracciano le misure di prevenzione dal contagio, per assicurare ai bambini servizi inclusivi di socialità e accoglienza, nel costante e prioritario interesse della tutela della salute pubblica. D’altra parte, i presupposti della salute, se certamente sono da riferirsi all’integrità fisica, non da meno sono da ricondursi all’equilibrio psicologico, quanto mai a rischio di turbamento per i bambini così fortemente deprivati dei loro affetti e della loro quotidianità. La riapertura del Nido nella formula del centro estivo è, dunque, un segnale di continuità del percorso educativo che, attraverso il recupero delle relazioni significative nella dimensione ludica, favorisce la stabilità emotiva dei bambini, ma è anche un segnale di coerenza rispetto agli ultimi provvedimenti normativi che hanno ridotto le misure restrittive e volgono, con la dovuta cautela ed attenzione, verso una ripresa graduale della normalità per dare un servizio molto atteso dalle famiglie.

I bambini svolgeranno le attività all’interno del piccolo gruppo, che rispetterà il rapporto operatore : bambino preferibilmente di 1:4, massimo 1:5, e avranno sempre la stessa educatrice di riferimento e la stessa operatrice ausiliaria per assicurare la condizione di stabilità delle relazioni all’interno del gruppo per tutto il tempo di svolgimento del progetto. Sarà necessariamente privilegiato il gioco all’aperto.

La struttura del Nido dispone di spazi molto ampi con grandi finestre, tali da assicurare la giusta areazione durante la permanenza dei bambini al loro interno, e adeguati a mantenere, durante le attività, il distanziamento fra gruppi; la personalizzazione delle proposte socializzate solo nell’ambito dello stesso piccolo gruppo. Tutto il personale educativo, ausiliario e di cucina, osserverà scrupolosamente le misure di protezione delle vie aeree (mascherina chirurgica indossata sempre), obbligatoria anche per i genitori e accompagnatori dei bambini.

Nello specifico, il servizio sarà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, con orario al pubblico dalle ore 8:00 alle ore 14:00 con entrata e uscita controllate per evitare assembramenti ed agevolare le operazioni di triage. Alle sezioni si accederà da ingressi diversi per ciascuna di esse. All’ingresso di ciascuna sezione, saranno predisposti dei punti di accoglienza per i genitori, oltre i quali non sarà consentito loro l’accesso, se non nel periodo di ambientamento. Nei punti di accoglienza si svolgeranno le operazioni di triage, prima che il bambino sia affidato all’operatrice ausiliaria della sezione. In questi stessi punti i genitori attenderanno il ricongiungimento al termine della giornata.

Tali siti di accoglienza, così come ogni sezione al suo interno, saranno dotati di dispenser con gel idroalcolico per l’igienizzazione delle mani del bambino in entrata e in uscita. Questi momenti di incontro saranno anche utilizzati per ricordare ai genitori di osservare, prima di recarsi al Nido, l’auto-monitoraggio delle condizioni di salute proprie e del nucleo familiare, e per informarli circa i comportamenti da adottare in caso di comparsa di sintomi sospetti per Covid-19.

Altre informazioni su tutte le opportune misure di prevenzione saranno fornite tramite la sottoscrizione del patto di corresponsabilità tra il Comune di Gaeta, la Cooperativa Astrolabio e le famiglie aderenti al Progetto. La documentazione relativa al patto di corresponsabilità sarà condivisa con le famiglie preliminarmente all’avvio del progetto, e costituirà l’atto prerequisito di conferma dell’ammissione.

ADESIONE AL PROGETTO. Nei giorni 29 e 30 Giugno 2020, giornate di chiusura dell’a.e. 2019/2020, ciascuna famiglia potrà recarsi al Nido nell’orario di convocazione concordato con il gruppo educativo, per provvedere al recupero degli effetti personali rimasti al Nido a seguito dell’emergenza Covid-19; effettuare un colloquio conclusivo con l’educatrice di riferimento e ritirare la documentazione educativa relativa ai mesi trascorsi in struttura prima del lockdown. Al termine dei colloqui sarà possibile recarsi nelle postazioni dedicate al Progetto Estivo per ulteriori informazioni e per il ritiro della modulistica necessaria all’adesione. La quota di partecipazione prevista per il Progetto corrisponde alla retta mensile personale già attribuita a ciascun bambino iscritto al Nido nell’a.e. in corso.

Visualizzazioni: 306
a cura di: Addetto Stampa Dott. Andrea Brengola