Gaeta Medievale tra i
Video / Alla scoperta di Gaeta con Osvaldo Bevilacqua
AMBIENTE: PRESENTATA LA CAMPAGNA MINAMBIENTE SULLO SMALTIMENTO CORRETTO DI MASCHERINE E GUANTI
Valorizzazione e riqualificazione dell'area protetta di Monte Orlando, siglato il protocollo d'intesa
Gaeta, consegnata al professor Alessandro Inserra la pergamena, che gli conferisce la cittadinanza onoraria di Gaeta.
LA MARINA MILITARE AMERICANA DONA UN MACCHINARIO ECOGRAFO AL CENTRO DI DIAGNOSTICA SPECIALISTICA
GAETA / SANTUARIO DELLA SS. ANNUNZIATA
INAUGURATO OSTELLO DEL GOLFO DI GAETA PER GIOVANI E FAMIGLIE
MOBILITÀ: COMPLETAMENTO LINEA FORMIA GAETA AIUTERÀ CRESCITA DEL TERRITORIO SUD PONTINO
LE 7 SPIAGGE DI GAETA
Gaeta Estate 2020, arriva l’ Ordinanza Balneare
Stagione balneare, ecco le novità: Arenauta e Fontania dotate per la prima volta del piano di salvamento.
Policlinico del Golfo, illustrato dal Direttore Generale dell'Asl di Latina Giorgio Casati lo studio di fattibilità dell'Ospedale.
Mitrano:
Presentato la terza ed ultima fase del progetto – Insieme alle generazioni future – Misura 3 “un libro sotto l’arcobaleno”.
  • 1
  • 2
  • 3

Presentato il progetto “Turismo Smart e Patrimonio Culturale”, un App per il Centro Storico di Gaeta

Condividi

Gaeta, 07 Novembre 2019 Turismo smart e Patrimonio Culturale, presentata nel corso di una conferenza stampa un’App per il Centro Storico di Gaeta, a cura di Maria Ronza e Massimiliano Scherbi.

Hanno presenziato il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, Angelo Magliozzi Assessore al Turismo, Riccardo Micheli Dirigente dell’Agenzia Regionale del Turismo, Maria Ronza Università “Federico II”, Massimiliano Scherbi Divulgando S.R.L. Trieste, Lucia Maltempo Assessore ai Beni Culturali, Paola Iotti, Assessore al Turismo del Comune di Castelforte, Maria Pia Alois delegata alla Cultura.

Sui Beni Culturali del Centro storico di Gaeta, in particolare su quelli di carattere religioso e difensivo, esiste una ricca bibliografia che analizza gli aspetti storico-architettonici e artistici. Accanto a questi testi specialistici, ve ne sono altri con un taglio diverso; l’attenzione è centrata sugli attrattori più rilevanti nello skyline di Gaeta, mentre gli altri beni culturali sono ignorati, appena citati o descritti sinteticamente. Si può affermare che l’app ha costituito uno strumento innovativo per comunicare ad insiders e outsiders quella peculiare prospettiva con cui le scienze geografiche guardano ai sistemi insediativi. Il centro storico è, infatti, considerato come un insieme unitario e complesso, in cui ciascuna emergenza culturale acquista significato ed arricchisce le proprie valenze in relazione al contesto che ne è la matrice. Nell’App sono state inserite le diverse tipologie di beni culturali che caratterizzano Gaeta, considerando sia gli attrattori che – per dimensioni e caratteristiche – hanno un maggior impatto sul profilo di Gaeta (Castello angioino-aragonese, Campanile del Duomo, Chiesa di San Francesco) sia quelli meno evidenti dal lungomare ma ugualmente significativi dal punto di vista storico, architettonico, identitario. Sono stati infine individuati tre itinerari: il primo prospiciente al mare, il secondo nella parte sommitale, il terzo sul versante rivolto verso il Golfo.

Visualizzazioni: 352