Gaeta Estate 2020, arriva l’ Ordinanza Balneare
Stagione balneare, ecco le novità: Arenauta e Fontania dotate per la prima volta del piano di salvamento.
Policlinico del Golfo, illustrato dal Direttore Generale dell'Asl di Latina Giorgio Casati lo studio di fattibilità dell'Ospedale.
Mitrano:
Presentato la terza ed ultima fase del progetto – Insieme alle generazioni future – Misura 3 “un libro sotto l’arcobaleno”.
Il Principe Carlo di Borbone sostiene la raccolta fondi per il centro diagnostico specialistico al
Gaeta, intervista al Comandante della Polizia locale Anna Maria De Filippis
L’A.P.S. Tamburo Rosso lancia un nuovo lavoro sul canale YouTube “Scuola Tamburo Rosso”: Tamburì e l’Arte - il “mare” del Golfo di Gaeta
Gaeta / E' online il Bando Borsa di studio a favore degli studenti residenti nel Lazio a. s. 2019/2020
Gaeta / E' online il Bando pubblico per la concessione di contributi straordinari per il pagamento dei canoni di locazione 2020.
Insieme oltre le distanze
Mitrano: parla della fase 2, della ripartenza, definendola come la fase più delicata!
Covid-19: effettuato sopralluogo tecnico nei locali che ospiteranno il Centro di Diagnostica specialistica.
CIMITERO, APERTURA CONTINGENTATA AL PUBBLICO TUTTI I GIORNI.
  • 1
  • 2
  • 3

Musica da Asporto si riparte!

Condividi

Musica da Asporto è un progetto nato dall’esigenza di riaprire metaforicamente la saracinesca di una azienda, quella di Valentina Ferraiuolo (e dell’A.P.S. Tamburo Rosso di cui è Presidente), musicista professionista che, come tanti della sua categoria, lavora e guadagna attraverso l’intrattenimento musicale.

Il periodo difficile da cui veniamo e quello che ancora stiamo vivendo impone anche, anzi, soprattutto agli artisti, la necessità di cercare nuove modalità con cui esibirsi e con cui mantenere un rapporto e un’interazione con il pubblico. Nel totale rispetto delle nuove norme di sicurezza e del distanziamento sociale, il progetto rappresenta una possibilità concreta per poter lavorare anche nel settore dello spettacolo seguendo le dinamiche delle attività di ristorazione che, attraverso le consegne a domicilio o l’asporto, riescono a tenere aperta la loro impresa.

Ovvio che qui non si tratta di cibo, non quello convenzionale, ma si parla comunque di nutrimento, quello dell’anima. L’arte non può fermarsi, la musica e i musicisti hanno bisogno di riprendere da dove si è lasciato seppure in forma ridotta e nuova.

Musica da Asporto ci permette di organizzarci proprio come una pizzeria o un ristorante e di alzare la nostra serranda virtuale e proporre i nostri prodotti, soprattutto, almeno nell’immediato, attuando consegne a domicilio.

Musica da Asporto prevede diversi “menù”, dai menù pizza (o meglio pezzi), come la “Napoletana” che sta nell’eseguire un classico della canzone napoletana o una macchietta, ai menù tradizionali regionali girando l’Italia in lungo e largo con le 2 “pizziche” del menù pugliese piuttosto che 2 “fronne” di quello campano o 2 “stornelli” laziali, insomma, la cucina e cultura regionale potrebbe bastare ma non ci siamo accontentati e così si può scegliere tra i menù dei secondi, come il “Bis. ai Ferri” che altro non è che l’esecuzione di due brani di Gabriella Ferri e così via…fino ai menù per bambini, dettati dalla lunga esperienza che Valentina Ferraiuolo ha come insegnante di musica e propedeutica musicale nelle scuole dell’infanzia e primarie, lezioni/concerto e/o lavoro sul ritmo e la parola fino alla creazione di filastrocche…datele 10’ e i bambini intoneranno e intoneranno e suoneranno la loro canzoncina.

Ogni menù parte da un costo base…la “mancia” fa il resto!

Per garantire il distanziamento sociale, si preferirà consegnare a chi possiede un giardino, a un condominio che ha un cortile senza però rinunciare a suonare sul pianerottolo, fuori la porta, se la situazione lo richiede e lo ritiene possibile. Ogni “consegna” ha una durata che va dai 5 ai 15’, si rilascia la ricevuta di pagamento e si va via.

Musica da Asporto è una piccola Impresa che si rinnova per non chiudere. Noi artisti abbiamo bisogno di contatto, non possiamo pensare di fare il nostro lavoro senza un pubblico, non sempre, non solo, sarebbe come pensare di saper cucinare solo guardando un programma di cucina ma senza essersi mai messi ai fornelli e assaporato e odorato ogni ingrediente. Amiamo il nostro lavoro e ci batteremo fino a che ne avremo le forze, chi ci contatta è consapevole che, oltre che godere di un momento di musica “vero” e di divertimento, sostiene un patrimonio culturale e una categoria.

Non vi resta che contattarci e fare il vostro ordine, al resto pensiamo noi!

Visualizzazioni: 130
a cura di: Valentina Ferraiuolo