Pagine di storia: sui passi dei Borbone
Festival dei giovani, presentata la quinta edizione
La mediazione in cartella e la carta dei diritti dei figli, i convegni in aula consiliare.
Carnevale a Gaeta, presentata la quarta edizione
Oggi parte il Servizio Gratuito del Centro di Consulenza pediatrica del
Gaeta, è il francese Samuel Girault con l'opera
Il Christmas Show raddoppia per l’Epifania
Un'ovazione accoglie il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano al Palafabiani di Formia
Nasce a Gaeta l’Ostello del Golfo
Grande successo per il secondo appuntamento al Teatro Punto Zero di Itri con la commedia “Il 1° Amore non si scorda mai… la chitarra spesso”.
DOPO LONDRA, GAETA PROTAGONISTA ANCHE A RIMINI, ALLA FIERA INTERNAZIONALE
Gaeta: un'importante destinazione turistica e culturale. Presentata nel corso della conferenza stampa la trasferta londinese.
NASCE “ACQUA DI GAETA – PARFUM”
LA MFOODS CARBUREX GAETA SI SVELA AL PUBBLICO!
  • 1
  • 2
  • 3

La Principe Amedeo diventa palcoscenico di arti creative e mestieri

Condividi

Gaeta, 6 febbraio 2020. La scuola media Principe Amedeo diventa un palcoscenico di arti creative e mestieri: un vero tripudio di emozioni per i nostri alunni!!!

L’importanza di creare, di realizzare qualcosa in prima persona, non è una novità: già Platone affermava che “in ogni uomo e donna nasce l’istinto di costruire e di fare”.

I giovani che praticano le attività creative sono soggetti a più stimoli, a tutto vantaggio del loro processo cognitivo: i ragazzi che le praticano dimostrano più capacità di analisi di se stessi e del mondo che li circonda, doti di problem solving e pensiero divergente (saper trovare più soluzioni ad un singolo problema).
In conclusione, si può affermare che, anche quando sono sotto forma di gioco, le attività extra-curricolari creative svolgono un ruolo insostituibili nel trasmettere ai giovani una serie di competenze trasversali che saranno utili nell’affrontare più preparati la vita e il futuro che li aspetta.

Attività creative: benefici e vantaggi.

Le attività creative possiedono un grande valore didattico e possono apportare numerosi benefici e vantaggi ai ragazzi che le praticano:

☀ liberano la fantasia. Attività come la pittura, la cucina o l’improvvisazione teatrale permettono ai ragazzi di sentirsi liberi di esprimersi, scatenando il loro estro;

☀ permettono di scoprire se stessi. I ragazzi mettono alla prova il loro impegno, l’attenzione e la motivazione nell’eseguire un’attività, e nello stesso momento imparano a conoscersi e ad analizzarsi in modo costruttivo;

☀ migliorano l’autostima. La possibilità di produrre qualcosa in prima persona espone i giovani a critiche e giudizi. All’interno del percorso scolastico gli studenti impareranno ad accettare e rispettare le opinioni diverse dalle loro, valorizzando il proprio operato e migliorando il senso dell’autostima. Infatti, le attività creative consentono di sperimentare il successo ma anche il fallimento: è importante sperimentare entrambe le condizioni per raggiungere un adeguato grado di autovalutazione di sé;

☀ infondono una maggior consapevolezza delle proprie emozioni. Gestire le emozioni in modo adeguato alle situazioni permette ai giovani di affrontare la vita con più sicurezza. In questo senso alcune attività creative, come quella teatrale, si rivelano un ottimo metodo per insegnare ai ragazzi a riconoscere le proprie emozioni, e a saperle gestire senza sentirsi in difetto;

☀ favoriscono l’integrazione tra emisfero destro e sinistro del cervello, fra il lato più pratico e quello più creativo dei ragazzi. L’emisfero sinistro è la sede della logica, della razionalità e delle regole, mentre il destro è la parte creativa e artistica, che ragiona per immagini. Le attività creative consentono di sviluppare in maniera equilibrata entrambi gli emisferi del cervello.

Il pomeriggio ha continuato ad essere ricco di entusiasmo e freschezza con l’incontro con il coach, Rosy Spinosa.

Con grande gioia la dottoressa Spinosa ha avuto il piacere di incontrare le classi del corso E a tempo prolungato.
Un momento prezioso alla scoperta dei nostri Sogni e di come sia possibile già da ora costruire una strada per realizzarli.
Un viaggio alla conoscenza degli ostacoli che troveranno sul cammino e delle risorse che sono dentro di loro e che utilizzeranno per raggiungere i loro obiettivi.
“L’ idea è stata quella di fornire strumenti alternativi che già a questa età permettono una consapevolezza maggiore rispetto alle scelte che i ragazzi si trovano a dover affrontare”.

“Un ringraziamento alla Preside Maria Angela Rispoli per la sensibilità e l’apertura verso una formazione a 360° dei ragazzi.
Un ringraziamento alla prof. Manuela Garau che mi ha coinvolto e entusiasmato in questa splendida avventura.
A noi adulti la responsabilità di custodire i loro Sogni e Credere nelle loro capacità per realizzarli”. Rosy Spinosa

Si ringrazia per la preziosa collaborazione:
– la coach Rosy Spinosa;
– la sig.ra Stella Spagone;
– la sign.ra Roberta del Filo di Arianna;
– la Falegnameria Silva Cosimino e Jose’, padre del nostro alunno Samuele;
– il Modellismo di Marco;
– Non solo cucito di Radost;
– la Sig.ra Scalesse, mamma del nostro alunno Mamyrbek.

Visualizzazioni: 680
a cura di: I.C. Principe Amedeo - Gaeta