Finalmente diventerà realtà! Nella giornata di ieri buttato giù una parte del muro della Ex Panapesca dove sorgerà il nuovo centro commerciale.
SALUTI DEL SINDACO COSMO MITRANO NEL CORSO DEL 50° COMPLEANNO DELLA
Presentato ieri in Aula Consiliare il calendario fotografico
Sciuscio e luminarie artistiche della città di Gaeta
Dal 28 dicembre 2020 l’agenzia territoriale di Formia sarà operativa nel nuovo stabile dell'ex Tribunale di Gaeta.
La Scuola di Danza
Gli Auguri dell'Associazione Ernesto!
Gaeta, presentazione del vademecum Superbonus 110%
Più di 8milioni di € impegnati dal 2018 ad oggi dal Distretto Socio-Sanitario LT/5 per le attività e servizi a favore delle fasce deboli.
GAETA: GRANDE SUCCESSO PER L’INIZIATIVA DEDICATA AI DIRITTI DEI BAMBINI
TANTI COLORI, TANTI DIRITTI!
Gaeta: Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza
COVID-19, PROSEGUE L’ATTIVITÀ DI SCREENING. PARLA IL SINDACO MITRANO
  • 1
  • 2
  • 3

La Caretta caretta ritrovata, aiuterà la ricerca per la difesa della sua specie

Condividi

Ieri, è stato ritrovato un esemplare di Caretta caretta, purtroppo deceduto. Il personale del cento recupero del Parco l’ha sottoposto a rilievi biometrici. Non si può risalire con esattezza alle cause della morte ma è probabile che siano da ricondurre, in maniera quanto meno indiretta, alle attività umane.

Immenso dolore, ma anche una piccola, buona notizia: i tecnici hanno ritrovato una targhetta identificativa sul corpo della tartaruga. Ora, grazie al rinvenimento potranno ricostruire la provenienza dell’esemplare. Dati che, una volta condivisi con la comunità scientifica, aggiungeranno un tassello alla conoscenza delle abitudini di questi meravigliosi animali che, per quanto famosi e studiati, vivono la maggior parte della loro vita in mare aperto, lontano dagli occhi degli studiosi.

«La ricerca scientifica non è mai fine a sé stessa» spiega il dott. Oreste Luongo Direttore del Parco, «ma è la condicio sine qua non affinché un giorno riusciremo a vincere la battaglia per la difesa di queste creature dalle quali e sulle quali abbiamo ancora molto da imparare»

Visualizzazioni: 192
a cura di: Ente Parco regionale Riviera di Ulisse