Conclusione del progetto formativo “OSSERVARE PER PROGETTARE: RIFLESSIONI E STRUMENTI PER L’OSSERVAZIONE PEDAGOGICA DEL BAMBINO (0-3 anni) E DEL CONTESTO” rivolto al personale del Nido di Gaeta.
Ripresi i lavori di restyling di Corso Italia
Le nostre azioni sono il nostro futuro: Comune di Gaeta e Centro Adozioni aderiscono al programma FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione
Gaeta e i 100 anni di storia del calcio
Giovani oasi, consegna assegno a Reti solidali. Mitrano: “Grazie per questo dono”
Presentato il libro “Storia della mia vita e della mia famiglia” del Preside Arpaia al Club Nautico Gaeta
Ringraziamenti festa dei Santi Cosma e Damiano
Gigli, palme e rose per i SS. Cosma e Damiano.
WOW approda a Gaeta con i suoi ragazzi. L'incontro con il vicesindaco Angelo Magliozzi
GAETA PORT: NEXT GENERATION TERMINAL
Ex-Avir, abbattimento del muro perimetrale. Mitrano: una giornata storica per la città di Gaeta.
Il Rosa Tour della Marina Militare fa tappa a Gaeta.
Un simpatico quiz per il Sindaco Mitrano
Arriva la Cicogna Amica: il Bonus Bebè del Comune di Gaeta
Anche in estate resta attivo lo Sportello della
  • 1
  • 2
  • 3

Giovani oasi si raccontano, apertura salvadanaio e consegna dell’assegno

Condividi

Miriam Jarrett. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

Come d’incanto, è svanita l’estate. Insieme a lei anche Giovani oasi si raccontano, il ciclo di eventi organizzato dal personal brand di comunicazione positiva Desert Miraje) patrocinato dal Comune di Gaeta, che ha visto protagonisti i giovani del Golfo. Storie belle, emozionanti, forti, di ragazzi e ragazze in gamba che non si arrendono, hanno echeggiato sul mare della Favorita in Gaeta Medievale e nel ventre della città in piazza Goliarda Sapienza. Quattro appuntamenti di deserti e oasi, percorsi semplici ma speciali, fatti di coraggio e determinazione, a raccontare agli adulti cosa significa davvero essere giovane nel 2021.

In tanti sono stati coinvolti, tra testimonianze, esibizioni e promozione, per sensibilizzare la comunità su tematiche di natura sociale (tra cui diversità, ambiente, diritti umani, networking, cultura, valorizzazione territoriale, enogastronomia, lavoro, ecc.) e artistica (scrittura, teatro, danza, canto, strumenti musicali ecc.). Moltissimi sono stati gli sponsor, che hanno creduto e appoggiato l’iniziativa a 360°.

Desert Miraje. Foto di Cosmo Di Schino. Riproduzione riservata

Tra le serate non è mancato lo spirito solidale, in quando nella prima fase del format era prevista una cena-degustazione sulla Terrazza Bastione: parte di quel ricavato è destinato a Reti solidali, progetto del Comune di Gaeta che mette in rete associazioni e organizzazioni di volontariato e sociale. La seconda parte dell’iniziativa, post green-pass, si è spostata in piazza per allargare a tutti e tutte la possibilità di partecipare: è stata così lanciata una lotteria solidale insieme ad Andale Tielleria Tavola Calda e l’associazione ricreativa Divertiamoci.

Ed ora il miraggio diventa realtà. Niente di eclatante o di straordinario, solo semplicità di piccole cose. Perché tutti possiamo donare, tutti possiamo fare del bene e imparare a riceverlo al momento giusto. Così il salvadanaio della lotteria è stato aperto in diretta sui canali social di Desert Miraje™ (pagina Facebook  e Instagram) il giorno 5 ottobre alle ore 11.30 .

Poi la consegna dell’assegno. È prevista una conferenza stampa presso l’aula consiliare del Comune di Gaeta, giovedì 7 ottobre alle ore 16.30. Per l’occasione interverranno il sindaco Cosmo Mitrano, la delegata alle Politiche Sociali Lucia Maltempo, la dott.ssa Maria Serena Taglialatela dei servizi sociali, i partner di Reti Solidali-Vivere il territorio, tra cui Pro Loco Gaeta, Centro di ascolto Caritas Don Luigi Di Liegro di Gaeta, Associazione Fraternità di San Nilo, Fondazione don Cosimino Fronzuto, Associazione Insieme Immigrati in Italia, Sovrano Ordine di Malta delegazione di Gaeta, A.D.R.A. sede di Gaeta, Croce Rossa Italiana Comitato Sud Pontino ODV. Il tutto nel rispetto della normativa Anti-Covid.

Se solo ognuno di noi desse un pezzo di ciò che può a chi ne ha bisogno il mondo sarebbe un posto migliore.

Diranno che non puoi farcela. Non crederci. Segui il tuo miraggio.

Visualizzazioni: 124
a cura di: Desert Miraje