Presentato oggi in Aula Consiliare del Comune di Gaeta il sito www.cercamico.it !
Presentato ieri l'evento:
Il
I Comuni del Golfo di Gaeta ancora una volta uniti, questa volta per concorrere alla
Consegnati dalla Capitaneria di Porto al Comune di Gaeta i Dolia rinvenuti sui fondali del Golfo
Trasporto pubblico urbano, il Comune investe in mobilità sostenibile
Misura 3.1 “Contributi a Sostegno di Persone non Autosufficienti” (L.R. 20 del 23/11/2006)
Festival del Gelato in Musica, per il quarto anno il connubio perfetto che incanta la città del Golfo!
Game of Thrones: le riprese del prequel si spostano in Italia, a Gaeta
Memorial Francesco Calise, si alza il sipario squadre da Croazia, Olanda, Germania, Irlanda e tante novità.
Piazza Mons. Di Liegro, al via i lavori di riqualificazione
Distretto Socio-Sanitario LT/5: concessione assegni di base affidamento familiare di minore
Grande successo per il triangolare calcistico di beneficenza
Gaeta In App, presentata guida turistica digitale della città di Gaeta
Al via questa mattina la valorizzazione dei Bastioni
  • 1
  • 2
  • 3

Gaeta (LT) / Responsabile Memoria Consegna degli attestati e nuove prospettive per il patrimonio archivistico del Golfo di Gaeta

Condividi

Gaeta, 01 Agosto 2019. Si è tenuta mercoledì 31 luglio nella sede di Palazzo de Vio a Gaeta la cerimonia di consegna degli attestati ai 16 partecipanti al Corso di Formazione in digitalizzazione e conservazione di documenti di archivio, organizzato dall’associazione Ante Omnia, in collaborazione con l’arcidiocesi di Gaeta e con il contributo del comune di Gaeta.

Alla presenza delle autorità religiose e civili, il direttore scientifico del Corso don Gennaro Petruccelli, ha mostrato il programma delle lezioni frontali e i lavori effettuati dai discenti in fase di stage su otto codici antichi (Visite Pastorali della Diocesi, Libri Rationali del Comune di Gaeta, Libri di Deliberanze dell’A.G.P. Annunziata). Si sono mostrate le potenzialità e progettualità future che potranno svilupparsi nell’ambito della digitalizzazione e conservazione dei documenti antichi.

A tal proposito hanno preso parte alla cerimonia i referenti del Gruppo Meta, azienda leader nell’ambito della valorizzazione di beni culturali e patrimoni librari tramite piattaforme per la digitalizzazione e catalogazione, i quali hanno illustrato il possibile Polo Digitale del comprensorio di Gaeta, come infrastruttura trasversale a diversi enti e amministrazioni, per mettere in comune la fruizione del patrimonio archivistico, librario e storico artistico digitalizzato.

Spunti di importante interesse che hanno avuto riscontro sia da parte dell’arcivescovo di Gaeta Luigi Vari, da sempre vicino ai lavori del Centro di digitalizzazione, che del sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, il quale ha dichiarato: “Responsabile Memoria si inserisce a pieno titolo nella progettualità di valorizzazione del Patrimonio librario e archivistico della Città, iniziata lo scorso anno con la firma del protocollo di intesa per il progetto “Era Gaeta”. Ringrazio l’associazione Ante Omnia e don Gennaro Petruccelli per aver investito in questo percorso formativo che mette a disposizione dei validi periti digitalizzatori, pronti a realizzare la rete archivistica del Golfo di Gaeta”.

Hanno preso parte alla cerimonia e consegna degli attestati il Presidente dell’associazione 4.0, Giuseppe Rinaldi, il quale ha curato i colloqui in fase di selezione dei discenti, il priore della Confraternita del SS.mo Rosario Renato Satriano e don Enzo Saraniero, parroco della parrocchia di San Giacomo Apostolo in Gaeta, custode di importanti archivi storici della città di Gaeta, interessati alla Rete Archivistica.

Don Gennaro Petruccelli ha affermato: “Si continua un lavoro importante, di assoluto valore culturale e scientifico, per mettere a servizio del territorio una struttura e una rete di risorse strumentali e umane per compiere finalmente un passaggio ormai necessario relativo al nostro patrimonio. Saranno numerosi i risvolti positivi del possibile progetto, tanto più significativo, quanto più si avrà il coraggio di investirci. Un grazie a questi ragazzi che hanno accolto i momenti di docenza con interesse e partecipazione”.

Visualizzazioni: 318
a cura di: Maurizio Di Rienzo