Gaeta sold out: boom di presenze per la 5ª edizione del World Ice Art Championship
Il
Corso Cavour: la sede elettorale di Mitrano per le Regionali 2023
“Come si cambia una città” Mitrano presenta il libro davanti il suo pubblico: sold out all’Ariston di Gaeta.
“Come si cambia una città”, l’esempio di Gaeta a Più Libri Più Liberi con l’ex sindaco Cosmo Mitrano
Grande successo dell'iniziativa
FRANCESCA DI FUSCO e la sua OPERA PRIMA DI POESIA
Gaeta ospiterà la IX edizione degli Stati generali della nuova comunicazione pubblica.
Safiria Leccese, l'encomio della città di Gaeta al termine della presentazione del suo ultimo libro
Gaeta e Rive D'Arcano (UD): siglato un gemellaggio culturale
Tutti a casa di Babbo Natale! Inaugurazione a Gaeta in via Annunziata.
Partita l'edizione 2022-23 di Favole di Luce. La soddisfazione di Cosmo Mitrano
  • 1
  • 2
  • 3

FRANCESCA DI FUSCO e la sua OPERA PRIMA DI POESIA

Condividi

L’ Autrice Francesca Di Fusco

Il giorno 24 Novembre, alle 12, presso l’Aula Consiliare del Comune di Gaeta, si è svolto l’evento di presentazione del libro di poesie “Immagine Riflessa” della giovane autrice Francesca Di Fusco, nata e residente a Gaeta, che lavora in uno studio legale. Da sempre appassionata di scrittura, arte e filosofia, dopo gli studi universitari decide di dedicarsi alla poesia, ricevendo tra i numerosi premi la menzione di merito con  la lirica “Fiocchi di neve”  per il XIV concorso Internazionale di poesia inedita Parole in Fuga.

L’ Autrice Francesca Di Fusco

Nonostante la sua giovane età si ritrova sommersa da suggestioni, sentimenti che fanno da oggetto – ponte di conoscenza tra il sogno e la realtà, la malinconia, la ricerca e la memoria. Si mescolano nel complesso mondo introspettivo che Francesca dice abitato da “tumulti bellici e abissi di ombre che possono opacizzare la realtà identitaria, desertificare le emozioni, paralizzare la nostra esistenza, producendo al culmine una frattura straziante del nostro io che rimane disincarnato, perché ha bisogno di un sguardo d’amore”.

Francesca Di Fusco, il sindaco Cristian Leccese e la giornalista Sandra Cervone

La raccolta vuole ripercorrere, attraverso una quarantina di poesie, il viaggio della protagonista verso la ricerca, la conoscenza e infine la rinascita di se stessa, dopo aver “smarrito la bussola del proprio cuore”.  Un cammino reso possibile grazie all’interazione tra lo specchio e al suo rispecchiarsi in cui la soggettività acquisisce significato nello svelamento.

A condurre l’evento insieme all’autrice erano presenti il Sindaco Cristian Leccese sempre molto attento alle tematiche che hanno per oggetto la cultura, sottolineando l’importanza che quest’ultima riveste nella libera espressione delle emozioni  e valori positivi nell’assetto sociale e politico nel quale siamo imbrigliati.

A moderare l’evento Sandra Cervone, nota giornalista locale, presidente della casa editrice deComporre edizioni la quale ha detto di essere stata sin da subito colpita dalle poesie della giovane Francesca, dallo stile classico, dall’intensità delle parole caricate emotivamente di un significato profondo, dal modo maturo con cui si è approcciata a  tematiche delicate quanto attuali: l’Amore, il rispetto per l’ambiente, la pace, il dramma della violenza sulle donne, la paura dell’Incerto, la caducità di noi esseri umani di fronte al tempo che con la sua sfrontatezza è in perenne e incessante divenire come il fluire delle cose in cui siamo soggiogati.

A fare da cornice poi all’evento è stato il cantautore di origine casertana Antonello Musto, il quale si è lasciato trasportare dalle emozioni regalandoci uno spaccato di realtà con brani poetici che hanno suscitato nel pubblico grandi riflessioni. L’auspicio conclusivo del  poeta e professore Giuseppe Napolitano, intervenuto sul finale, è stato quello di riappropriarsi del significato originario delle parole e in particolar  modo della poesia, unico strumento capace di strappare il velo dell’inganno, dell’illusione ineludibile che accompagna l’avventura dell’uomo su questa terra,  augurando a Francesca di continuare su questa strada.

Visualizzazioni: 418
a cura di: R.R.