Gaeta Medievale tra i
Video / Alla scoperta di Gaeta con Osvaldo Bevilacqua
AMBIENTE: PRESENTATA LA CAMPAGNA MINAMBIENTE SULLO SMALTIMENTO CORRETTO DI MASCHERINE E GUANTI
Valorizzazione e riqualificazione dell'area protetta di Monte Orlando, siglato il protocollo d'intesa
Gaeta, consegnata al professor Alessandro Inserra la pergamena, che gli conferisce la cittadinanza onoraria di Gaeta.
LA MARINA MILITARE AMERICANA DONA UN MACCHINARIO ECOGRAFO AL CENTRO DI DIAGNOSTICA SPECIALISTICA
GAETA / SANTUARIO DELLA SS. ANNUNZIATA
INAUGURATO OSTELLO DEL GOLFO DI GAETA PER GIOVANI E FAMIGLIE
MOBILITÀ: COMPLETAMENTO LINEA FORMIA GAETA AIUTERÀ CRESCITA DEL TERRITORIO SUD PONTINO
LE 7 SPIAGGE DI GAETA
Gaeta Estate 2020, arriva l’ Ordinanza Balneare
Stagione balneare, ecco le novità: Arenauta e Fontania dotate per la prima volta del piano di salvamento.
Policlinico del Golfo, illustrato dal Direttore Generale dell'Asl di Latina Giorgio Casati lo studio di fattibilità dell'Ospedale.
Mitrano:
Presentato la terza ed ultima fase del progetto – Insieme alle generazioni future – Misura 3 “un libro sotto l’arcobaleno”.
  • 1
  • 2
  • 3

Distretto Socio-Sanitario LT/5: concessione assegni di base affidamento familiare di minore

Condividi

L’Affidamento familiare è un aiuto temporaneo offerto ad un minore ed alla sua famiglia in difficoltà,  accogliendo un minore per il tempo necessario, fino a quando i problemi della sua famiglia non siano risolti. Ogni affidamento familiare nasce dal coinvolgimento di più attori sociali, ciascuno dei quali ha  un ruolo preciso all’interno del progetto di affidamento: il bambino e i suoi familiari, i membri della famiglia affidataria o la persona singola affidataria, gli operatori dei servizi competenti in materia di affidamento familiare, l’autorità giudiziaria e altri soggetti coinvolti.

La famiglia affidataria è una risorsa in ogni progetto di affido e rappresenta una «famiglia in più», che non si sostituisce o non si pone in alternativa alla famiglia d’origine dei minori accolti. Gli affidatari possono essere individuati tra quanti (coppie con figli, coppie senza figli o persone singole) si rendono disponibili per l’affidamento. Il «buon esito» di un intervento di affidamento familiare si rileva quando, alla conclusione dell’esperienza il bambino viva in un ambiente relazionale più adeguato del precedente.

BENEFICIARI

REQUISITI:

RESIDENZA DEI MINORI AFFIDATI IN UNO DEI NOVE COMUNI AFFERENTI AL DISTRETTO LT/5:

Gaeta (Capofila del Distretto Socio Sanitario LT/5), Formia, Minturno, Itri,  S.S. Cosma e Damiano, Castelforte,  Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene

Possono presentare domanda, per la concessione dei contributi, le famiglie e le persone singole affidatarie di minori per le quali:

— esiste un atto di affidamento della competente autorità giudiziaria;
— o sono collocati i minori affidati ai servizi comunali.
Visualizzazioni: 566
a cura di: Redazione