A Gaeta apre “Gate A”, il nuovo “punto di imbarco” per shopping e ristorazione
Nasce Ulisse in app®: la Guida Turistica Ufficiale della Riviera.
Annalisa Minetti, presidente di
Nove volontari e tante nuove iniziative per la sede LILT di Gaeta. Intervista al Responsabile Rosario Cienzo
Angelo Magliozzi annuncia: presto Gaeta avrà il suo Skate Park
Tutti in bici per imparare il rispetto delle regole divertendosi
Dog park “Aila”: inaugurata l’area di sgambamento per gli amici a 4 zampe in località San Carlo
Si apre in anticipo l'area parcheggio di Piazza Risorgimento. La soddisfazione del Sindaco Mitrano
Libri in lingua rumena donati dall’ Ambasciatore di Moldova in visita a Gaeta
1milione di € per la manutenzione stradale e dei marciapiedi, siglato l’accordo Comune-Authority
Politiche di mobilità sostenibile: arrivano i parcheggi scambiatori
Il presente è già futuro se ci si prepara all'innovazione. Presentato a Gaeta il libro di Leonardo Valle
Contrasto all’abbandono dei rifiuti, installate le “fototrappole”
La Principe Amedeo prima classificata al Concorso Nazionale “San Giorgio e il Drago, Il Libro e la Rosa…”
Al via i lavori per la costruzione dell’edificio per la vendita all’ asta del pesce
  • 1
  • 2
  • 3

“Dare colore per richiamare gioia e vita”. Ecco il progetto di Salvatore e Chiara per la Città

Condividi

Gaeta, 08 Maggio 2021. Aggiungere colore e disegni carichi di significato lì dove tutto era invece imbrattato e poco edificante. Questo è il senso del bel progetto che Chiara e Salvatore hanno voluto regalare alla loro città, con l’autorizzazione dell’amministrazione comunale di Gaeta. Così, come ha spiegato il vicesindaco Angelo Magliozzi, in pochi mesi, il sottopassaggio delle scale di Sant’Antonio, sulla Salita Cappuccini,  si va riqualificando grazie all’arte. Il progetto, peraltro finanziato dai due giovani artisti, è consistito nel tingere di bianco il sottopassaggio e disegnare un murales artistico con la scritta  in giapponese della parole “felicità”. Un messaggio lanciato alla città, a chi passa e soprattutto ai ragazzi che imbrattano soltanto “perchè annoiati o arrabbiati”.

L’iniziativa, del resto, piace anche a quanti passano proprio perchè i colori sono accesi e donano luce così come il messaggio edificante che lanciano. “A me – commenta Magliozzi – è piaciuta proprio l’idea di dare un esempio: si può fare qualcosa di bello per la propria città, dando decoro con disegni invece di scritte offensive in luoghi abbandonati ma frequentati. Salvatore e Chiara, oltre a ringraziare il Comune per l’opportunità, si augurano che questa iniziativa nata per sensibilizzare al bello e al piacevole in un triste periodo di pandemia, possa proseguire.

Dare colore significa richiamare alla mente la gioia, la vita in un periodo buio. “Nostro desiderio – conclude Chiara – è di ampliare iniziative di questo tipo per altri luoghi degradati o grigi ma anche giardini pubblici. Oltre a “Felicità” vorremmo illustrare parole come “Speranza, amore, amicizia” al posto di frasi oscene o brutti scarabocchi”.

Copyright – © Testi e immagini contenuti su www.gaetanews24.it sono soggetti a copyright. Tutti i diritti riservati

Visualizzazioni: 329
a cura di: Redazione