SOS LILT per restare accanto ai malati oncologici
L’Italia che non si arrende, gli Artigiani di Gaeta rispondono all’appello di Mitrano!
FORNITURA GRATUITA DI GENERI ALIMENTARI ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ...IL CUORE DI GAETA C'È
Emergenza Coronavirus: il Comune adotta delle misure
#Coronavirus / Disposizioni del Sindaco Cosmo Mitrano
Pagine di storia: sui passi dei Borbone
Festival dei giovani, presentata la quinta edizione
La mediazione in cartella e la carta dei diritti dei figli, i convegni in aula consiliare.
Carnevale a Gaeta, presentata la quarta edizione
Oggi parte il Servizio Gratuito del Centro di Consulenza pediatrica del
Gaeta, è il francese Samuel Girault con l'opera
Il Christmas Show raddoppia per l’Epifania
Un'ovazione accoglie il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano al Palafabiani di Formia
Nasce a Gaeta l’Ostello del Golfo
Grande successo per il secondo appuntamento al Teatro Punto Zero di Itri con la commedia “Il 1° Amore non si scorda mai… la chitarra spesso”.
  • 1
  • 2
  • 3

Combattere l’isolamento… SCRIVENDO! Ecco il senso dell’anticipazione dell’uscita del bando della II edizione dell’iniziativa socio-culturale denominata “Le parole che non ti ho detto”

Condividi

Gaeta, 20 Marzo 2020. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Gaeta, con la delegata Maria Pia Alois, e l’Associazione “deCOMPORRE APS” ripropongono l’iniziativa aperta a tutti, gratuita e senza limiti di età: per partecipare bisogna solo scrivere una lettera e inviarla entro maggio a: redazione.decomporre@tiscali.it.

Il Comune di Gaeta, Assessorato alla Cultura, unitamente all’associazione di promozione socio-culturale “deComporre APS”, anticipa l’uscita della II edizione del bando LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO, nella convinzione del suo valore sociale e di promozione alla Scrittura. “Saremmo dovuti partire con pubblici manifesti e locandine nelle scuole e nei centri di aggregazione socio-culturali – spiega la delegata alla Cultura, prof.ssa Maria Pia Alois – ma, vista l’emergenza Covid-19 e la necessità di tantissimi di restare in casa, nella speranza di frenare i contagi, abbiamo pensato di dare comunque il via al concorso, pubblicizzandolo sui social, via mail e whatsapp, allargando la possibilità di partecipare a persone di TUTTE LE ETA’. Preme altresì sottolineare con forza la funzione sociale di questo invito: se lo scopo della prima edizione era infatti la sollecitazione a ripiegarsi su se stessi per riflettere, oggi ci sembra doveroso invitare ad utilizzare il necessario isolamento per incontrare se stessi, i propri sentimenti, le proprie emozioni, riappropriandosi di queste. Ritorniamo quindi alla lettura e alla scrittura perchè quando tutto sarà finito, forse molti potranno dare un senso a questa tragedia che stiamo vivendo. E intanto la speranza avrà aiutato tutti a vivere meglio, a trascorrere in modo fruttuoso il tempo di isolamento, a restare fiduciosi, nonostante tutto”.

Cosa si deve fare per partecipare?

Semplicemente RACCONTARE, attraverso una LETTERA, firmata o meno, le proprie paure, emozioni, sentimenti, sensazioni, rabbia, perplessità. Foglio e penna…anzi pc e tastiere alla mano, chiunque lo voglia può indirizzare una lettera a persona reale o immaginaria, a se stesso o ai potenti del mondo, a personaggi di oggi o di ieri, parenti o amici vicini o lontani e aprire lo scrigno del proprio cuore, senza timori e ascoltando veramente solo il cuore. Gli elaborati NON VERRANNO PREMIATI, non ci saranno classifiche, ma , se gli autori lo vorranno, saranno inseriti in un’antologia edita da deComporre a cura del Comune. Perché allora partecipare? Per avere un’opportunità di sfogo, di apertura al mondo, di riflessione e di scrittura creativa. TUTTO GRATUITO. Un’opportunità culturale e sociale per “Urlare il proprio dolore o rappresentare la propria speranza, per rimproverare qualcuno o dirgli finalmente parole d’amore”…
Aspettiamo tante LETTERE” Le dovete indirizzare a: redazione.decomporre@tiscali.it. Entro e non oltre il mese di maggio 2020. Tutti i partecipanti saranno avvisati dell’avvenuta ricezione della loro lettera e inseriti (se lo vorranno) in un’antologia che verrà distribuita gratuitamente nel corso di una manifestazione pubblica o…inviata per posta (anche se si spera di potersi incontrare tutti a Gaeta come successe l’anno scorso!). PARTECIPATE! Aspettiamo le vostre lettere! APERTO A TUTTI, da 14 a oltre 100 anni….

Visualizzazioni: 101