Un'ovazione accoglie il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano al Palafabiani di Formia
Nasce a Gaeta l’Ostello del Golfo
Grande successo per il secondo appuntamento al Teatro Punto Zero di Itri con la commedia “Il 1° Amore non si scorda mai… la chitarra spesso”.
DOPO LONDRA, GAETA PROTAGONISTA ANCHE A RIMINI, ALLA FIERA INTERNAZIONALE
Gaeta: un'importante destinazione turistica e culturale. Presentata nel corso della conferenza stampa la trasferta londinese.
NASCE “ACQUA DI GAETA – PARFUM”
LA MFOODS CARBUREX GAETA SI SVELA AL PUBBLICO!
La Festa degli oltre 50 anni di carriera di Gianni Donati si è conclusa con un grande Successo di pubblico (oltre 2800 spettatori) all’Arena Virgilio a Gaeta.
Presentato oggi in Aula Consiliare del Comune di Gaeta il sito www.cercamico.it !
Presentato ieri l'evento:
Il
I Comuni del Golfo di Gaeta ancora una volta uniti, questa volta per concorrere alla
Consegnati dalla Capitaneria di Porto al Comune di Gaeta i Dolia rinvenuti sui fondali del Golfo
Trasporto pubblico urbano, il Comune investe in mobilità sostenibile
  • 1
  • 2
  • 3

Ancora Beni Demaniali attribuiti al Comune di Gaeta a titolo non oneroso

Condividi

Gaeta, 31 luglio 2019. La Città di Gaeta si riappropria di altre aree demaniali attribuite al Comune a titolo non oneroso. Il decreto di trasferimento, trasmesso nei giorni scorsi, dal Direttore Regionale Lazio dell’Agenzia del Demanio, questa volta riguarda aree pubbliche e ludiche comprese tra Via Firenze, Corso Italia, Via Marina di Serapo e Via Venezia nei pressi del costruendo Palazzetto dello Sport, per una superficie complessiva di circa 44mila mq.

«Gaeta riconquista finalmente il suo territorio – commenta il Sindaco Cosmo Mitrano – con spazi utili alla realizzazione di opere di pubblico interesse e su cui intendiamo sviluppare progetti di valorizzazione.Prosegue la nostra azione politico-amministrativa che oggi vede il trasferimento di proprietà al Comune di Gaeta di diverse aree nel quartiere di Serapo. Ancora un risultato concreto – sottolinea il primo cittadino – finalizzato al recupero e valorizzazione di siti del nostro territorio che andranno ad aumentare anche il valore del Patrimonio Comunale. Un trend positivo intrapreso durante il mio primo mandato e che ha visto attribuire recentemente al Comune di Gaeta anche ulteriori 30 immobili demaniali trasferiti sempre a titolo gratuito. Mentre in precedenza avevamo raggiunto dei risultati epocali conl’acquisizione della “Gran Guardia”, del Bastione “la Favorita”, dell’ex “Batteria Vico”, dell’orto annesso all’ex “Caserma Gattola”, del Piazzale ad uso pubblico “Monte secco” adiacente a Corso Cavour, delle Batterie “Dente di Sega” e “Philipstal” con magazzini e corte, di diversi immobili compresi tra Via Angioina ed il complesso edilizio di “Casa Tosti” e l’ex deposito di carbone in Via Bausan. Gradualmente – ribadisce Mitrano – giungeremo ad una ricostruzione dell’intero Patrimonio della nostra città sul quale finalmente avremo piena disponibilità promuovendo ogni azione finalizzata alla valorizzazione del territorio per renderlo sempre più funzionale edaccogliente anche dal punto di vista turistico. Un risultato che si è raggiunto grazie al lavoro svolto dagli uffici comunali – conclude il Sindaco – che hanno seguito l’istruttoria non solo con spirito di servizio ma anche con grande determinazione mentre gli Uffici dell’Agenzia del Demanio ci hanno supportato nelle procedure la nostra azione amministrativa».

Un lungo iter iniziato nel 2013 quando l’allora Assessore al Patrimonio e Lavori Pubblici Cristian Leccese, su impulso del Sindaco Mitrano, ha avuto il merito di aver avviato e poi seguito, con gli uffici preposti, tutte quelle procedure che hanno consentito di presentare le richieste di trasferimento dei beni demaniali e che proseguono oggi con l’acquisizione dialtre aree pubbliche della città che erano “sottratte” alla sua giurisdizione.

«Come è noto – spiega il consigliere Cristian Leccese – parte del territorio di Gaeta è di proprietà del Demanio dello Stato ed all’interno di questo Patrimonio ne fanno parte strade, parchi, villette, immobili e spazi diversi dei quali di dominio pubblico. In questi anni siamo riusciti a restituire alla città diverse aree che notoriamente sono di pubblico transito e di pubblico utilizzo ma che formalmente erano di proprietà del Demanio. Adesso – conclude Leccese – proseguiamo con una programmazione finalizzata ad esaltare ulteriormente le bellezze ambientali, culturali, architettoniche e storiche di Gaeta».

Visualizzazioni: 346
a cura di: Addetto Stampa Dott. Andrea Brengola